Amargosa Valley

Nevada

By In Food, Places, Stay, Trip

We do not even know why we are talking about Amargosa Valley in Nevada, close to the Californian border. Maybe because basically we like to find ourselves by mistake in these desolate and sketchy places.

Amargosa Valley

During a road trip, sometimes it is possible to misjudge distances or timetables finding yourselves in the middle of the desert with no gas realizing that it’s too late to keep on driving. And that is exactly why we found ourselves having to spend a night in Amargosa Valley located in the homonymous desert near the Death Valley where we originally wanted to spend the night.

Amargosa Valley

Somewhat panicked for the shortage of gas and human presence, we see the statue of a giant cow, the sign of a brothel (in Nevada it’s legal), a motel with a more reassuring appearance if compared to those previously encountered and the chance to get a full tank, so we decide to stop and rest here. We leave the car trying in vain to look for a town that doesn’t exist, but according to our parameters it’s all very fascinating.

There is a fair amount of abandoned or closed structures, no sign of life, and a huge desert surrounded by arid mountains. We see some cars and some trucks parked in front of a somewhat obscure shop: Area 51 Alien Center. Obviously, it’s a trash paradise, an Alien themed souvenir shop (we’re actually far enough from the real Area 51) with a thematic brothel attached in case someone’s had strange extraterrestrial fantasiesEven the pub with the Bikers Welcome sign seems abandoned, so the idea of a nice cold beer vanishes.

Amargosa Valley

The real surprise is the Longstreet Inn & Casino, which all in all surpasses expectations. If we don’t pay attentions the smell of stale smoke left by gamblers (but who comes to gamble here?) turns out to be a great place to spend your time: it is virtually empty, our room is cozy, with views over the pond and the mountains and the burger is tasty, so in a moment the feeling of uneasiness for this unscheduled stop disappears.

Amargosa Valley

 


 

Non sappiamo nemmeno noi perché vi parliamo di Amargosa Valley in Nevada, al confine con la California. Forse perché, questi posti desolati e desolanti in cui si capita per sbaglio e che fanno un po’ paura, in fondo in fondo ci piacciono.

Durante un road trip, talvolta può capitare di valutare male distanze e tempi di percorrenza e di ritrovarsi in mezzo al deserto e con poca benzina realizzando di essere troppo in ritardo sulla tabella di marcia per poter proseguire. E sono proprio questi i motivi per i quali ci siamo ritrovati a dover passare una notte a Amargosa Valley situata nell’omonimo deserto e vicino alla Death Valley, dove in realtà avremmo voluto passare la notte.

Un po’ in panico per la scarsità di benzinai e di esseri umani, vediamo a bordo strada la statua di una vacca gigante, l’insegna di un bordello ( in Nevada sono legali), un motel casinò dall’aria un filo più rassicurante rispetto a quelli incontrati precedentemente e la possibilità di fare il pieno, così decidiamo di fermarci per riposare.

Facciamo due passi cercando invano un paese che in realtà non c’è, però secondo i nostri parametri è tutto molto affascinante. Ci sono una discreta quantità di strutture abbandonate o chiuse, nessun segno di vita e tantissimo deserto circondato da montagne anch’esse aride. Vediamo qualche macchina e qualche camion posteggiato davanti ad un negozio alquanto vistoso: Area 51 Alien Center. Ovviamente è una trashata senza proporzioni, un negozio di souvenir a tema Alieno (siamo anche abbastanza lontani dalla vera Area 51) con la chicca del bordello tematico annesso nel caso in cui a qualcuno dovessero venire strane fantasie extraterrestri.

Anche il pub che recita Bikers Welcome sembra abbandonato e non da poco, quindi svanisce anche l’idea di una bella birra ghiacciata. La vera sorpresa la riserva il motel Longstreet Inn & Casino che tutto sommato supera le aspettative.

Se tralasciamo la puzza di fumo stantio lasciata dai giocatori d’azzardo ( ma chi è che viene a giocare qui?) si rivela essere un ottimo rifugio: è praticamente vuoto,  la stanza è bella, ha la vista sul laghetto e  le montagne e l’hamburger è ottimo, così in un attimo svanisce la sensazione di disagio per questa sosta non programmata.

2

Leave a Comment