Coal, outlaws and street art

Rock Springs, Wyoming - Part One

By In Places, Trip

We arrived in Rock Springs by mistake, the idea was to sleep in Green River, but once there the only place with available rooms looked more like a crack house than a motel. We decided to continue for a few more of miles and luckily we found a room in Rock Springs.

Rock Springs, Wyoming

Rock Springs is known as the “home of 56 nationalities” due to the influx of immigrants who came here from all over the world to work in the coal mines used for the engines of the Union Pacific Railway.

Rock Springs, Wyoming

What they prefer not to remember here is the Rock Springs Massacre of 1885, in which 28 Chinese miners were killed by American workers because of racial prejudices.

Rock Springs, Wyoming

Another reason why Rock Springs is known is that here lived and worked Robert Leroy Parker aka Butch Cassidy, one of the most famous outlaws of the Wild West.
Between a robbery and the other he worked as a butcher at 432 Front Street, so he was nicknamed “Butch”.

Rock Springs is pleasant, downtown is full of historic buildings and murals to celebrate the history and origins of the city.

 


 

Capitiamo a Rock Springs per sbaglio, l’idea era quella di dormire a Green River, ma una volta arrivati l’unico posto con camere disponibili aveva più l’aria di una crack house che quella di un motel. Decidiamo di proseguire ancora per qualche decina di miglia e fortunatamente troviamo una camera a Rock Springs.

Rock Springs è conosciuta come la “casa delle 56 nazionalità” a causa dell’afflusso di immigrati provenienti da tutto il mondo per lavorare nelle miniere di carbone usato per alimentare i motori della Union Pacific Railway.
Quello che invece qui preferiscono non ricordare è il Massacro di Rock Springs del 1885 in cui 28 minatori cinesi vennero uccisi da lavoratori americani a causa dei pregiudizi razziali.

Un altro motivo per cui è conosciuta Rock Springs è che qui ha vissuto e lavorato Robert Leroy Parker aka Butch Cassidy, uno dei più famosi fuorilegge del selvaggio West.
Tra una rapina e l’altra faceva il macellaio al 432 di Front Street e per questo fu soprannominato “Butch”.

Rock Springs è piacevole, il centro è ricco di edifici storici ed è piena di murales che celebrano la storia e le origini della città.

0

Leave a Comment